venerdì 11 luglio 2014

GENOCIDIO IN PALESTINA: 81 MORTI E 575 FERITI IN 72 ORE

LA STRAGE DEGLI INNOCENTI




Sale a 81 morti il bilancio aggiornato dei palestinesi uccisi a Gaza in tre giorni di raid israeliani. I feriti sono stimati in 575. Fra le ultime vittime, otto palestinesi colpiti da un missile mentre stavano guardando la partita tra Argentina e Olanda in un caffè nella spiaggia della Striscia. Il portavoce militare israeliano riferisce che in meno di 3 giorni sono stati lanciati 365 razzi da Gaza: uno ogni dieci minuti. La situazione sul campo è drammatica, tant'è che l’Egitto ha aperto il valico di frontiera di Rafah, al confine con la Striscia, per far entrare palestinesi feriti.

Strage di civili, compresi donne e bambini.


la fonte: Press News


------------- 

Come le bestie occidentali diffondono la Democrazia 

filmato dei metodi dei governi Ameri-Cani e Nazi-Europei di genocidio e pulizia etnica Sionista

video


-----------



di Gianni Lannes dal blog SU LA TESTA

----------------

16 Luglio 2014

ARMI SPERIMENTALI SULLA POPOLAZIONE CIVILE


Continua nell' indifferenza delle popolazione occidentale l' olocausto programmato dai governi sionisti di America e Israele (ndr).

I medici che stanno curando i pazienti a Gaza hanno accusato Israele di usare armi sperimentali sui civili palestinesi.
Rivolgendosi ai giornalisti in una conferenza stampa, domenica, Youssef Abul Resh, sottosegretario del ministero della salute a Gaza ha detto: "Le équipe mediche hanno registrato ferite coerenti con quelli causati da DIME [esplosivi con metallo inerte denso] e di altre armi proibite".
Ha aggiunto, "Israele ha bersagliato senza pietà i civili palestinesi, lasciando molti di loro con ferite mortali e futuri handicap".
Nell'ultima settimana, gli attacchi aerei israeliani hanno ucciso più di 190 persone, l'ottanta per cento dei quali civili, tra cui almeno 34 bambini.

L'utilizzo di Gaza come un laboratorio


Le munizioni DIME sono state sviluppate dalla US Air Force nel 2006 e da allora sono stati testate ripetutamente sul popolo di Gaza, che è stato utilizzato a lungo come un topo da laboratorio involontario per l'industria delle armi di Israele.
Le bombe DIME contengono tungsteno, un metallo cancerogeno, che permette di produrre esplosioni incredibilmente distruttive, capaci di tagliare la carne e le ossa, spesso troncando gli arti inferiori delle persone all'interno del loro raggio d'azione.
Lo stimato medico norvegese Mads Gilbert, che ha affrontato le terribili ferite provocate dalle bombe DIME nel corso dell'assalto di Israele a Gaza, nel 2009, al telefono dall'al-Shifa Hospital di Gaza City, ha detto a The Electronic Intifada che i pazienti mostrano ferite correlate all'uso di proiettili DIME.
"Un buon numero di ferite viste qui sono coerenti con l'uso di esplosivi con metalli inerti densi, o DIME, che abbiamo già visto durante l'attacco del 2009 e anche nel 2006", ha detto Gilbert. "I corpi sono praticamente distrutti da un'enorme energia rilasciata dagli esplosivi che vengono sparati vicino o contro di loro."
Gilbert è stato il primo a testimoniare degli effetti delle munizioni DIME sul corpo umano durante l'Operazione Pioggia d'Estate, l'attacco lungo un mese, nel 2006, di Israele contro la Striscia di Gaza, che ha ucciso più di quattrocento palestinesi. "Grandi pezzi di carne, di muscoli sono stati tagliati via. Non abbiamo trovato alcuna scheggia e [le ferite] stavano rilasciando strani fumi. A poco a poco siamo arrivati ​​a capire che a causare queste ferite dovevano essere state le nuove armi DIME sviluppate dalla US Air Force insieme con gli israeliani."
Le armi sperimentali sono state utilizzate su larga scala anche durante l'Operazione Piombo Fuso, l'attacco di Israele a Gaza alla fine del 2008 e all'inizio del 2009, che ha ucciso 1.400 palestinesi, tra cui 352 bambini.
"Abbiamo avuto un gran numero di pazienti che è venuto con queste lesioni orrende, dove braccia e gambe erano state tagliate come se un enorme ascia avesse colpito i loro arti con una forza immensa, diretta, tagliando attraverso la pelle, i muscoli e le ossa. Le ossa erano state frantumate e completamente tagliate", racconta Gilbert. "Inoltre abbiamo visto alcune ustioni molto distruttive provenienti da temperature estreme che ha trasformato la pelle, i muscoli e persino le ossa in carbone."
Gilbert ha detto che i governi di tutto il mondo dovranno inviare esperti di medicina forense a Gaza per "analizzare i campioni di tessuto dalle ferite dei feriti e analizzare più a fondo coloro che sono rimasti uccisi", così come gli scienziati dovranno seguire coloro che sono sopravvissuti esplosioni DIME. Quei sopravvissuti hanno un rischio estremamente elevato di sviluppare il cancro, teme Gilbert.
Ma Gilbert ha avvertito che concentrandosi sulle armi DIME, che non sono esplicitamente vietate dal diritto internazionale, si rischia di distrarre dai crimini molto più pesanti di Israele contro la popolazione di Gaza.
"L'assedio e il bombardamento costante di obiettivi civili - queste due questioni sono molto più importanti della domanda se [gli israeliani] abbiano scelto di utilizzare armi tradizionali come una granata o un'arma DIME", ha sostenuto.  
Carenza di mezzi
Ai primi di luglio, l'agenzia Onu per i rifugiati palestinesi (UNRWA) ha pubblicato un rapporto scritto da Gilbert, specificando la fragilità del settore sanitario di Gaza, schiacciata sotto il peso della carenza estrema di forniture mediche come risultato  dell'assedio illegale di Israele tuttora in corso.
Con l'ultima aggressione di Israele si stanno travolgendo le strutture mediche di Gaza, già sopraffatte, con decine di feriti in pericolo di vita; la situazione è peggiorata ulteriormente, costringendo il ministero della salute di Gaza a dichiarare lo stato di emergenza.
L'unica cosa che impedisce il collasso totale di Gaza, secondo Gilbert, è la dedizione di medici, infermieri e soccorritori, che stanno attualmente lavorando gratis.
"Una delle carenze più importanti nell'ospedale Shifa è in questo momento il denaro per pagare gli stipendi del personale dell'ospedale. Non hanno avuto uno stipendio normale da un anno e per gli ultimi tre mesi, da aprile, non hanno ricevuto un solo centesimo di stipendio; e prima avevano ricevuto per otto mesi solo il cinquanta per cento dello stipendio". "Questo è davvero un esempio della loro elevatissima caratura morale sul lavoro e della consistenza della loro energia nel sopportare il disagio più intenso al fine di sostenere il popolo e curare i feriti. E' a dir poco eroico".  
Segnati a vita
Per molte delle circa 1.200 persone colpite, le ferite sono invalidanti e ne porteranno i segni per tutta la vita. 
Tra le lesioni più debilitanti che Gilbert ha visto ci sono certamente le amputazioni. Egli ha descritto anche fratture e gravi ferite alla testa, soprattutto tra i bambini salvati sotto le macerie delle loro case crollate.
"Quando bombardano questi edifici, il crollo dei tetti e degli edifici interi sui bambini provoca fratture e ferite alla testa, che sono estremamente gravi", ha spiegato Gilbert. "Abbiamo un bambino di cinque anni che ora è in condizioni critiche con una grave ferita alla testa; un razzo israeliano aveva colpito la casa del vicino e fatto venire giù tutto il soffitto della sua camera da letto. Molti di questi bambini saranno segnati a vita dalle loro ferite. "
"Come medico, la mia ricetta è molto chiara. Numero uno, fermare i bombardamenti, e questo significa fermare Israele dal bombardare i civili e colpire indiscriminatamente le famiglie. Numero due, togliere l'assedio. E numero tre, trovare una soluzione politica", ha detto Gilbert.
«E al centro della soluzione politica c'è l'equità e la giustizia per il popolo palestinese, l'essere trattati in modo uguale a tutti gli altri esseri umani tutelati dal diritto internazionale delle Nazioni Unite, la dignità e il diritto di vivere la loro vita in pace."

da Electronic Intifada, traduzione redazionale di Contropiano


------------------


 GBU-39 SMALL DIAMETER BOMB

ESPLOSIVI DENSI A METALLO INERTE - DIME BOMB

 

Le persone che vengono a trovarsi nel raggio di azione dell'ordigno riportano ustioni e lesioni gravissime da particelle pesanti (perforazioni interne e multiple degli organi) impossibili da curare. Le persone lontano dal raggio letale d'azione dell'ordigno potrebbero tuttavia presentare perforazioni alle ossa degli arti (con conseguente amputazione). Le pesanti particelle inerti potrebbero penetrare nei tessuti, anche senza apparenti conseguenze, e causare, a lungo termine, tumori (Rabdomiosarcoma). Per questi fatti, le DIME sono sotto pesante critica internazionale.
Gli effetti cancerogeni del tungsteno sono stati studiati dalla U.S. Armed Force dal 2000 (insieme al DU - Uranio impoverito). Questi studi hanno dimostrato che i sopracitati elementi possono causare trasformazioni neoplastiche delle cellule osteoblaste umane.
Uno studio più recente del Dipartimento della salute degli USA nel 2005 ha scoperto che le polveri HMTA causano rapidamente il rabdomiosarcoma nei topi.
Il rischio cancerogeno del tungsteno sembra essere più legato al nichel. Tuttavia, il tungsteno puro ed il triossido di tungsteno sono sospettati di causare cancro e di avere altre tossicità. Infatti questi effetti sono stati riscontrati con studi su animali.

 COMPOSIZIONE DEGLI ORDIGNI SDB-DIME


La Small Diameter Bomb (bomba a piccolo diametro), o SDB, è una bomba guidata contenente una carica esplosiva avvolta in fibra di carbonio, più economica e leggera del tradizionale acciaio.
È l'insieme di materiali inerti presente negli ordigni DIME. Comprende il tungsteno, cobalto, nickel o ferro.
Due composizioni comuni dell'HTMA sono:
  • rWNiCo: tungsteno (91-93%), nickel (3-5%) e cobalto (2-4%)
  • rWNiFe: tungsteno (91-93%), nickel (3-5%) e ferro (2-4%)

GLI SPONSOR DEL GENOCIDIO 

QUESTO GENOCIDIO E' OFFERTO DA